Zoomark Srl
servizi facebook contatti
 
 
 
cani
gatti Gatti
acquariologia Acquariologia
piccoli animali Piccoli animali
è bene sapere E' bene sapere
storie di animali Storie di animali
parliamoi di cani Parliamo di... Cani
   
vivere con il cane
Il cane e i bambini piccoli
Già a partire dal 4°-5° mese, il bambino s’interessa ai movimenti del cane che gli sta intorno.
Il rapporto tra cane e bambino è molto naturale. È bene che evitiate di mostrarvi inquieti per non provocare reazioni di diffidenza nel bambino che non manifesterà mai alcuna paura verso il cane anche se, ogni tanto, riceverà qualche spinta.
Quando un bambino ha paura, senza una ragione precisa - un incidente o una morsicatura che possono evidentemente traumatizzare per qualche anno - ciò significa, quasi sempre, che nell’ambiente familiare c’è qualcuno che è molto più pauroso di lui.

Se in casa c’è un neonato
Se in casa c’è un neonato, è meglio prendere un cucciolo invece di un soggetto adulto che avrebbe qualche difficoltà ad adattarsi alla nuova famiglia adottiva. Un cambiamento di focolare è molto penoso per un cane che reclamerà per sé tutto il vostro affetto e tutta la vostra attenzione, cosa difficilmente compatibile con la presenza di un neonato.
Prima di prendere decisioni sarà bene aspettare che vostro figlio dia un po’ meno da fare, verso il 5°-6° mese, quando farà solo quattro pasti al giorno altrimenti, tra i pasti del cucciolo (che a sua volta deve essere nutrito quattro o cinque volte al giorno), quelli del lattante e quelli del resto della famiglia, la padrona di casa non saprebbe dove sbattere la testa e starebbe sempre incollata ai fornelli.
Fin dall’inizio resterete sorpresi dall’intesa e dalla complicità che si stabiliranno tra il bimbo e il suo nuovo amico e vi stupirete che quest’ultimo (maldestro e sgarbato con voi), sia tanto cauto quando si tratta di giocare con vostro figlio. Avere un compagno della stessa età è senz’altro un vantaggio per il cucciolo: il bambino non è abbastanza forte per prenderlo in braccio e il cane non dovrà subire gli scherzi che possono invece inventare i ragazzi più grandi. Ma non fatevi illusioni: dovrete sorvegliarli continuamente, in particolare se sono entrambi liberi nella stessa stanza; per maggiore tranquillità si può mettere il bambino nel recinto ma le mamme sanno che non bisogna lasciarlo lì troppo a lungo.

Quando il bambino è più grande
Con i bambini di almeno quattro anni, con cui è possibile ragionare, potete tentare l’esperienza di prendere un cane adulto.
Spiegate loro la situazione, dite che si tratta di un animale sfortunato, che è stato abbandonato e ha bisogno di carezze e gentilezza. Grazie ai bambini è probabile che si adatti più in fretta, a condizione che siate sicuri dei vostri figli, della loro dolcezza e del loro amore per le bestie.
D’altra parte prendere un animale adulto comporta per lo meno un rischio: è impossibile sapere se quand’era cucciolo è stato maltrattato, come purtroppo succede, da altri bambini e se questo fatto non ha suscitato in lui una diffidenza particolare nei loro confronti, una diffidenza che potrebbe indurlo a mordere per difendersi.

Cane e bambini: le regole base di una buona convivenza
Con qualunque cane - cucciolo o adulto - un bambino deve imparare a non molestarlo mai mentre mangia, a non portargli mai via la ciotola da sotto il naso, a non svegliarlo mai bruscamente né assumere atteggiamenti minacciosi; queste sono le regole essenziali.
Se scegliete un cucciolo ricordate che non si deve mai lasciarlo manipolare come una bambola, così da non provocargli traumi o fratture difficilmente recuperabili. Il cucciolo è molto fragile.
Divenuto adulto il cane sarà assai meno fragile e perfettamente in grado di rifiutarsi di giocare se non ne ha voglia. Il problema allora non vi riguarderà più, se la sbrigheranno da soli. Tenete comunque sempre d’occhio il bambino perché il cane, infastidito dalle insistenze, potrebbe difendersi.

Norme d’igiene per stare bene insieme
Alcune semplici regole permetteranno al cane e al bambino di godere della reciproca compagnia senza problemi.
Cercate di tenere il cane sempre molto pulito, soprattutto quando rientra dalle passeggiate.
Se è particolarmente affettuoso, è più prudente pulirgli la gola con un guanto di spugna inumidito. Spazzolatelo il più spesso possibile per evitare che perda il pelo.
A parte queste precauzioni, se l’animale è sano non vi sono motivi per isolare i due compagni. Sarebbe un peccato!
La sorveglianza deve essere stretta specialmente durante gli spuntini.
Se avete l’impressione che vostro figlio mangi i biscotti molto in fretta, significa che qualcuno gli dà una mano… Il bambino imparerà molto più in fretta a muoversi, a furia di cercare di afferrare l’amico che gli gira intorno continuamente.
Quando il bimbo imparerà a cam-?minare il cucciolo, già più calmo, diventerà un “rimorchiatore” pazientissimo.

Quando l’amicizia finisce
Quando un bambino cresce insieme al suo cane, si crea un fortissimo legame d’affetto. Purtroppo quest’amicizia finirà, relativamente presto: un cane vive in media poco più di dieci anni. Bisogna pensare all’immenso dolore che questa morte causerà a un ragazzo sui dodici anni, un’età in cui si è particolarmente sensibili ed emotivi. Dovrete usare tutto il vostro amore per aiutare vostro figlio ad accettare la separazione.
Se il cane è molto malato, accorciategli le sofferenze e portatelo dal veterinario: eviterete così che la morte sopraggiunga bruscamente sotto gli occhi del ragazzo.
Appena possibile, regalategli un altro cucciolo. Non potrà annullare il dolore per la perdita ma potrà aiutare a colmare il vuoto lasciato “dall’amico di sempre”.
 
 
Tratto dal numero 38 di Zoomark News
 
> VEDI ALTRI DI: VIVERE CON IL CANE > VEDI TUTTI
album di famiglia
Album di famiglia
 
le domande ai lettori
 
Da oltre due anni sono proprietario di un Golden Retriever maschio che da sempre alimento con delle ottime crocchette. Ultimamente alcuni conoscenti mi hanno parlato della dieta Barf, voi cosa ne pensate? Claudio, Biella. risposta >
 
La mia gattina di tre anni è molto attiva, mi pare in buona salute, ma la trovo particolarmente magra. Quale alimentazione mi consigliate per “ingrassarla” un po’? Anita, Pralungo. risposta >
 
Ho un cucciolo di 2 mesi di Cavalier King e vorrei che imparasse a fare i suoi bisognini sulla traversina, ma sono un poco in difficoltà, cosa dovrei fare? Renata, Pettinengo. risposta >
 
VEDI TUTTE