Zoomark Srl
servizi facebook contatti
 
 
 
cani Cani
gatti Gatti
acquariologia Acquariologia
piccoli animali Piccoli animali
è bene sapere
storie di animali Storie di animali
parliamoi di cani Parliamo di... E' bene sapere
   
salute e benessere
Decalogo per una corretta convivenza con il tuo cucciolo
Dott.ssa Roberta Piccolo, Medico Veterinario

Vivere serenamente con il nostro amico a quattro zampe spesso è complicato, oggi mancano quasi del tutto i presupposti per una relazione completa che soddisfi le esigenze di entrambi, ovvero ampi spazi aperti da esplorare ma soprattutto il tempo per farlo. Possiamo perciò riassumere in un piccolo “Decalogo” dieci semplici consigli che ci potranno aiutare in tale convivenza, soffermandoci sull’aspetto nutrizionale ed ambientale in cui i nostri amici vivono:

1. Somministrate un alimento di alta qualità suddividendo la razione giornaliera. In che modo?
Per quanto riguarda il gatto è bene fin da piccoli abituarli ad autoregolarsi mettendo a disposizione l’intera razione giornaliera di alimento secco, in natura infatti arriverebbero a consumare 15/16 piccoli pasti al giorno, inoltre è bene somministrare qualche cucchiaino di umido, magari in coincidenza con i nostri pasti.
Per quanto riguarda il cane è ottimale, invece, suddividere la razione giornaliera in tre pasti fino ai 12 mesi per poi passare a due pasti al giorno da adulti.

2. Non somministrate il latte; sia il cane che il gatto non sono in grado di digerirlo correttamente, se non quello specifico indicato per la specie che potete trovare in commercio.

3. Lasciate l’acqua sempre a disposizione. Tenuto conto del fatto che il gatto tende a bere poco potrebbe essere utile utilizzare delle fontanelle in modo che l’acqua, essendo in movimento, attiri la sua attenzione.

4. Non alimentate i vostri cuccioli con gli avanzi di casa.

5. Premiate sempre il cucciolo, anche con una semplice carezza, quando si comporta bene e ignoratelo quando si comporta male. Le punizioni non sono per nulla funzionali per il suo sviluppo psico-fisico.

6. Il cane ha bisogno di muoversi, di esplorare, per cui sono importantissime le passeggiate insieme a voi.
Portate fuori il cucciolo almeno 4/5 volte al giorno, dopo ogni pasto, dopo ogni riposino, dopo il gioco. È importantissimo anche quando sarà adulto non portarlo fuori solo per i suoi bisogni ma per fargli esplorare il mondo, lasciarlo annusare, incontrare nuovi amici, questo lo renderà un cane equilibrato, socievole e sereno.

7. Il gatto che vive in appartamento ha bisogno di muoversi, di impegnare la sua mente al fine di evitare quei comportamenti spiacevoli come il dormire tutto il giorno e il leccarsi continuamente. ?Da qui l’importanza di un giusto arricchimento ambientale: tiragraffi su cui arrampicarsi, giochi, scatole di cartone…
I giochi tra proprietario e gatto sono molto utili per stimolare la dimensione collaborativa.

8. Giocate con il vostro amico, ma ricordate: non usare mani e piedi per non stimolare il suo istinto predatorio.

9. Dedicategli uno spazio all’interno della casa, come sua “base sicura”, un cuscino, una cuccia o un tappeto dove il cane o il gatto possano sonnecchiare tranquillamente senza essere disturbati da nessuno.

10. Vaccinatelo regolarmente contro le principali malattie infettive e trattalo periodicamente contro parassiti intestinali, contro le pulci e le zecche.
 
 
Tratto dal numero 40 di Zoomark News
 
> VEDI ALTRI DI: SALUTE E BENESSERE > VEDI TUTTI
album di famiglia
Album di famiglia
 
le domande ai lettori
 
Da oltre due anni sono proprietario di un Golden Retriever maschio che da sempre alimento con delle ottime crocchette. Ultimamente alcuni conoscenti mi hanno parlato della dieta Barf, voi cosa ne pensate? Claudio, Biella. risposta >
 
La mia gattina di tre anni è molto attiva, mi pare in buona salute, ma la trovo particolarmente magra. Quale alimentazione mi consigliate per “ingrassarla” un po’? Anita, Pralungo. risposta >
 
Ho un cucciolo di 2 mesi di Cavalier King e vorrei che imparasse a fare i suoi bisognini sulla traversina, ma sono un poco in difficoltà, cosa dovrei fare? Renata, Pettinengo. risposta >
 
VEDI TUTTE