Zoomark Srl
servizi facebook contatti
 
 
 
cani Cani
gatti Gatti
acquariologia
piccoli animali Piccoli animali
è bene sapere E' bene sapere
storie di animali Storie di animali
parliamoi di cani Parliamo di... Acquariologia
   
guida pratica
L’allestimento di un acquario d’acqua dolce
In questo numero di Zoomark News descrivo l’allestimento di un acquario d’acqua dolce destinato all’allevamento di pesci di piccole dimensioni e di piante acquatiche.
L’acquario in questione ha una capienza di circa 80 litri (cm 60x37x45 di altezza) ed è munito di filtro e riscaldatore esterni, posizionati nel mobile di sostegno.
L’illuminazione è affidata a una pregiata plafoniera a led quindi l’acquario si presenta aperto.
La prima fase di allestimento della vasca prevede il posizionamento del filtro e del riscaldatore, il posizionamento del ghiaietto (in questo caso è stato usato il nuovo AquaGrowth Soil, suolo fertile), e il riempimento con acqua del rubinetto trattata con il biocondizionatore ‘Acqua Amica’ della Askoll che ha la caratteristica di eliminare il cloro e rendere inoffensivi i metalli pesanti presenti nell’acqua potabile.
A questo punto si possono mettere in funzione filtro e riscaldatore.
Il giorno successivo si possono inoculare due diversi tipi di ceppi batterici utili alla nitrificazione del filtro ma anche alla denitrificazione attraverso la particolare formulazione del fondo (ghiaietto soffice).
Arriva ora la parte più simpatica, cioè l’allestimento dell’acquario con rocce, radici e ovviamente le piante acquatiche, posizionando quelle più basse nella parte frontale e quelle più alte nella zona posteriore dell’acquario.
Da questo momento è necessario accendere le luci dell’acquario circa 8/10 ore al giorno in base alle esigenze delle piante.
Per migliorare colorazione e crescita delle piante nell’acquario è stato inserito anche un impianto di fertilizzazione tramite CO2 della Askoll.
L’analisi dei valori dell’acqua - quali pH e Kh - ci da la possibilità di sapere se abbiamo un’acqua tenera con pH acido o dura e basica; possiamo così identificare i pesci più adatti a vivere nelle condizioni attuali dell’acquario.
Prima di inserire i pesci è comunque utile attendere alcuni giorni anche se non è così necessario perché esistono in commercio prodotti specifici che permettono di popolare l’acquario anche il giorno successivo all’avviamento.
 
 
Tratto dal numero 41 di Zoomark News
 
> VEDI ALTRI DI: GUIDA PRATICA > VEDI TUTTI
album di famiglia
Album di famiglia
 
le domande ai lettori
 
Da oltre due anni sono proprietario di un Golden Retriever maschio che da sempre alimento con delle ottime crocchette. Ultimamente alcuni conoscenti mi hanno parlato della dieta Barf, voi cosa ne pensate? Claudio, Biella. risposta >
 
La mia gattina di tre anni è molto attiva, mi pare in buona salute, ma la trovo particolarmente magra. Quale alimentazione mi consigliate per “ingrassarla” un po’? Anita, Pralungo. risposta >
 
Ho un cucciolo di 2 mesi di Cavalier King e vorrei che imparasse a fare i suoi bisognini sulla traversina, ma sono un poco in difficoltà, cosa dovrei fare? Renata, Pettinengo. risposta >
 
VEDI TUTTE