Zoomark Srl
servizi facebook contatti
 
 
 
cani Cani
gatti Gatti
acquariologia Acquariologia
piccoli animali Piccoli animali
è bene sapere E' bene sapere
storie di animali Storie di animali
Le domande dei lettori
   
Possediamo una coppia di cani di razza Labrador e vorremmo sottoporvi un paio di domande relative alla sterilizzazione. Ritenete sia meglio sterilizzare il maschio o la femmina? Non vi sembra crudele impedire ai cani di avere una normale vita sessuale? Andrea e Simona, Biella.
Riteniamo che queste domande debbano essere rivolte al vostro Medico Veterinario che certamente vi saprà dare una risposta professionale.
Noi ci permettiamo di rispondere esclusivamente per il nostro senso di rispetto verso gli animali, e in particolare cani e gatti, e per l’esperienza di vita vissuta in mezzo a loro da molti anni. Questo modo di approccio al problema non è molto corretto, infatti se non vogliamo avere delle cucciolate basta dividere i cani quando la femmina è in estro. Diversamente non si prende una coppia!
Eticamente non si dovrebbe neppure pensare alla sterilizzazione per motivi di “comodità” a meno che non si stia parlando di canili o rifugi, nel qual caso la sterilizzazione diventa indispensabile.
I motivi che dovrebbero spingere il proprietario di una coppia verso la sterilizzazione sono di due ordini: sanitario e psicologico. Sterilizzando la femmina si prevengono sicuramente diverse patologie dell’apparato riproduttivo, tipo cistiti ovariche, tumori mammari, metriti, ecc.
È ormai assodato che l’intervento influisca positivamente anche sul prolungamento della sopravvivenza.
Per quanto riguarda il maschio si parla dell’eventuale utilità della castrazione dai 5 anni in su, per prevenire tumori e iperplasie prostatiche.
Chiaramente, sia per le femmine che sono soggette a gravidanze isteriche che per i maschi costantemente irrequieti per motivi sessuali, la sterilizzazione è un vero rasserenante e consentirà loro di vivere una vita molto più tranquilla.
Circa la vostra seconda domanda pensiamo non ci sia niente di crudele, anzi esattamente il contrario. Infatti, non bisogna commettere l’errore di ritenere che il cane abbia verso il sesso lo stesso approccio dell’uomo. Intanto è bene sapere che il cane non prova particolare piacere nell’atto riproduttivo; la cosa, per il maschio, sembra essere blandamente gradevole per una trentina di secondi... ma terribilmente fastidiosa nei 15/20 minuti successivi. Quanto alle femmine, loro sembrano enormemente seccate dall’inizio alla fine; spesso piangono di dolore.
La natura impone la ricerca del sesso agli animali per garantire la conservazione della specie, purtroppo per loro non ha previsto che debbano anche divertirsi.
Inoltre, la mancata attività sessuale non comporta alcun “complesso” nel cane; non esiste un maschio che “si rammarichi” di non poter far sesso e tantomeno una femmina che “rimpianga” di non poter diventare mamma. Questi preconcetti sono certamente errati e derivano soprattutto dalla nostra tendenza a umanizzare i cani considerandoli come “i nostri bambini”, attribuendo loro pensieri ed emozioni umane che semplicemente non hanno.
Ed è proprio sulla base di queste idee sbagliate che molti proprietari cercano disperatamente un partner per i loro cani credendo di fare “il loro bene”... quando, a volte, l’unico risultato di una cucciolata di cui nessuno sa cosa fare è che probabilmente andrà ad incrementare i fenomeni dell’abbandono e del randagismo. Un cane, maschio o femmina, che a causa della sterilizzazione non possa più fare sesso né avere figli è un cane che non ci pensa più minimamente, che non si pone alcun problema e che vive la stessa e identica vita di prima, ma con una seccatura in meno.
 
 
Tratto dal numero 38 di Zoomark News
 
album di famiglia
Album di famiglia
 
le domande ai lettori
 
Da oltre due anni sono proprietario di un Golden Retriever maschio che da sempre alimento con delle ottime crocchette. Ultimamente alcuni conoscenti mi hanno parlato della dieta Barf, voi cosa ne pensate? Claudio, Biella. risposta >
 
La mia gattina di tre anni è molto attiva, mi pare in buona salute, ma la trovo particolarmente magra. Quale alimentazione mi consigliate per “ingrassarla” un po’? Anita, Pralungo. risposta >
 
Ho un cucciolo di 2 mesi di Cavalier King e vorrei che imparasse a fare i suoi bisognini sulla traversina, ma sono un poco in difficoltà, cosa dovrei fare? Renata, Pettinengo. risposta >
 
VEDI TUTTE