Zoomark Srl
servizi facebook contatti
 
 
 
cani Cani
gatti Gatti
acquariologia Acquariologia
piccoli animali Piccoli animali
è bene sapere E' bene sapere
storie di animali Storie di animali
Le domande dei lettori
   
Da oltre due anni sono proprietario di un Golden Retriever maschio che da sempre alimento con delle ottime crocchette. Ultimamente alcuni conoscenti mi hanno parlato della dieta Barf, voi cosa ne pensate? Claudio, Biella.
La sua è un’interessante domanda che però potrebbe dar adito ad una risposta di parte.
Noi vorremmo astenerci nel dare un giudizio e quindi descriveremo brevemente le caratteristiche della dieta BARF con alcune illustri considerazioni a favore e contro.
La dieta BARF è una forma particolare di alimentazione per cani e gatti che consiste nel somministrare all’animale cibi molto simili a quelli che potrebbe trovare in natura allo stato selvatico. Questo tipo di regime alimentare certamente aiuta a vivere meglio la loro parte più naturale e istintiva, lasciando comunque molti dubbi aperti.
BARF è l’acronimo di Biologically Appropiated Raw Food che significa “Cibo crudo biologicamente appropriato”.
BARF può anche indicare Bons and the Raw Food, cioè “ossa e cibo crudo”. Qualunque sia la definizione si intende che la dieta fornisce al cane un’alimentazione alquanto differente da quella solitamente a loro offerta. Si tratta, infatti, di un regime che si avvicina molto alle abitudini alimentari dei lupi e dei cani selvatici i quali, vivendo in natura, si nutrono soprattutto di cibi crudi e rosicchiano ossa. Tale dieta prevede quindi un’alimentazione basata solo sui cibi crudi, come la carne non disossata, la frutta e la verdura.
I pro della BARF sono l’assenza della formazione del tartaro, una minor quantità di feci prodotte e una tonicità muscolare più resistente.
Inoltre chi propone questa dieta al cane assicura una minor incidenza di problemi alle ossa e la crescita del pelo lucido e sano.
I contro sono la necessità di un controllo costante e quotidiano del cane poiché, essendo questa dieta molto particolare, è opportuno monitorare quotidianamente l’animale per rendersi conto di eventuali reazioni negative a tale alimentazione.
Inoltre, è consigliato, talvolta integrare l’alimentazione con degli enzimi pancreatici al fine di prevenire eventuali squilibri.

Chiunque fosse interessato ad ulteriori approfondimenti sull’argomento potrà rivolgersi al nostro indirizzo e-mail: info@zoomarksrl.it

Sovente in negozio ci vengono poste svariate domande sull’alimentazione, cercheremo di rispondere ad alcune:

? È vero che il cane deve mangiare una volta al giorno?
Questa è una vecchia diceria che deve essere tassativamente smentita. Alimentare il cane una volta al giorno può provocare degli attacchi di voracità con conseguenti ‘grandi abbuffate’ che possono provocare, soprattutto nelle taglie grandi e giganti, gravi problematiche come la dilatazione e torsione dello stomaco. Sarebbe consigliato alimentare i cani di grande taglia tre volte al giorno, tutti gli altri sempre due volte.

? Vorrei integrare l’alimentazione del mio cane con della carne, è meglio cruda o cotta?
Il cane, prevalentemente carnivoro, digerisce la carne sia cruda che cotta, comunque se vogliamo essere più precisi la digeribilità è maggiore quando la carne è cruda.
Tuttavia si consiglia di cuocerla, non per facilitarne la digestione (per questo è sufficiente scottarla brevemente) ma per uccidere i parassiti e i batteri.
Desideriamo tuttavia ricordarle che in commercio esistono delle ottime carni in scatola che risolvono egregiamente ogni problema.

? Posso dare da bere al mio cane tutti i giorni del latte perché ricco di calcio?
Onestamente il latte fa bene agli umani. Un cane adulto, a meno che non abbia continuato ad assumerlo per tutta la vita, non possiede più gli enzimi necessari a digerire il latte che tra l’altro non fa parte della sua alimentazione naturale, e quindi come minimo va in diarrea.
Per quanto concerne il calcio, al cane ne servono mediamente 4-5000 mg. al giorno. In un litro di latte ce ne sono 1200 mg., quindi il cane per ottenere del beneficio dovrebbe assumerne 4-5 litri al giorno.
Certamente le conseguenze sarebbero delle micidiali scariche diarroiche.
 
 
Tratto dal numero 41 di Zoomark News
 
album di famiglia
Album di famiglia
 
le domande ai lettori
 
Da oltre due anni sono proprietario di un Golden Retriever maschio che da sempre alimento con delle ottime crocchette. Ultimamente alcuni conoscenti mi hanno parlato della dieta Barf, voi cosa ne pensate? Claudio, Biella. risposta >
 
La mia gattina di tre anni è molto attiva, mi pare in buona salute, ma la trovo particolarmente magra. Quale alimentazione mi consigliate per “ingrassarla” un po’? Anita, Pralungo. risposta >
 
Ho un cucciolo di 2 mesi di Cavalier King e vorrei che imparasse a fare i suoi bisognini sulla traversina, ma sono un poco in difficoltà, cosa dovrei fare? Renata, Pettinengo. risposta >
 
VEDI TUTTE